LINEE GUIDA E NORMATIVE

LA QUALITÀ DELL’ARIA INTERNA

Le problematiche legate alla qualità dell’aria che quotidianamente respiriamo stanno assumendo valenza sempre maggiore.
In tale ottica, chiaramente, l’attenzione è rivolta anche agli ambienti di lavoro, sia a tutela dei dipendenti stessi, sia a garanzia delle prestazioni professionali ed attività in essi svolte. L’accumulo di batteri e specie fungine che proliferano nei filtri e condotti dell’aria dentro i sistemi di aria condizionata sono la prima causa di inquinamento dell’aria interna.
Questi microrganismi si frammentano in piccolissime particelle che sono chiamate nel complesso Polveri Macromolecolari Organiche (MOD).
Le MOD compromettono la qualità dell’aria degli edifici e possono condurre ad una serie di disturbi che includono allergie e problemi respiratori accompagnati da bassa soglia di irritazione della pelle, emicranie ed affaticamento. Arcobaleno Ambiente è in grado di svolgere le analisi necessarie ed individuare le cause delle allergie e dei problemi di salute misurando la qualità dell’aria interna.

 

SANIFICAZIONE DELL’IMPIANTO DI CONDIZIONAMENTO

Gli impianti dell’aria condizionata, domestici, commerciali ed industriale agiscono come “polmoni” dell’edificio e devono essere mantenuti puliti non solo per rinfrescare l’aria, ma soprattutto per l’igiene.
Nel tempo, agenti contaminanti come detriti, polvere, fibre di vestiti, tende e tappeti, pollini, residui di tabacco e moltro altro si accumula nei condotti e nelle serpentine dei condizionatori, con il risultato della crescita di bio-film, muffe e batteri come la Legionella, ben nota come grave causa di patologie respiratorie e attachi d’asma.
Arcobaleno Ambiente pulisce il sistema completo delle condotte dell’aria condizionata secondo gli standard americani ARC 2006 e le Linee Guida Nazionali Italiane. Lo standard prodotto da NADCA (National Air Duct Cleaners Association) è utilizzato in tutto il mondo per assicurare che i sistemi siano professionalmente ripuliti. Le Linee Guida Italiane sono state stilate per adattarsi ai maggiori Standard Europei.

 

QUANDO È NECESSARIO PULIRE E RIPRISTINARE
UN SISTEMA HVAC (HEATING, VENTILATION AND AIR CONDITIONING)

Si raccomanda che il sistema HVAC sia pulito ogni volta che l’ispezione sulla pulizia medesima indichi che ci sia un significativo accumulo di particolato o di contaminazione microbica. Si raccomanda la pulizia anche quando la funzionalità dei componenti del sistema HVAC fosse compromessa a causa di un aumento della contaminazione. Tale operazione di pulizia deve essere effettuata anche dopo la costruzione o la ristrutturazione di un impianto di condizionamento. Ogni edificio servito da un sistema di di trattamento dell’aria deve essere sottoposto ad una ispezione scadenziata sullo stato di pulizia secondo la seguente tabella

EDIFICIO UTA CANALI DI MANDATA CANALI DI RIPRESA/ESPULSIONE
Industriale 1 anno 1 anno 1 anno
Residenziale 1 anno 2 anni 2 anni
Commerciale 1 anno 2 anni 2 anni
Ospedali 1 anno 1 anno 1 anno
Navale/treni 1 anno 2 anni 2 anni

 

COS’È LA LEGIONELLA?

Si tratta di un batterio gram-negativo aerobio di cui sono state identificate più di 50 specie, suddivise in 71 sierogruppi.
Quella più pericolosa, a cui sono stati collegati circa il 90% dei casi di legionellosi, è quella Pneumophila.
Da molti anni si sente parlare di questo problema, e la nostra azienda organizza seminari tecnici specifici per sensibilizzare e promuovere la prevenzione nelle strutture a rischio.

La legionellosi
La legionellosi è la malattia correlata al batterio della Legionella.
Questa può presentarsi in 3 forme distinte:

    • La malattia del legionario
    • La febbre di Pontiac
    • In forma subclinica

E’ necessario sottoporre il paziente a specifiche analisi per valutare la forma della patologia

 

 

Per approfondire gli argomenti di cui ci occupiamo, vi segnaliamo:

 

Decreti e normative